Accesso ai servizi

Cappella della Grata Mulini Barot e Amoun



Percorso ad anello con la visita di due mulini sul torrente Tesso

Scendendo dalla piazza di Coassolo, superata la curva dove è ubicato l'Hotel Italia, imboccare la stradina asfaltata in discesa a destra e seguirla fino a quando compie un'ampia curva a gomito a destra. Proseguire a sinistra attraversando un cortile privato e seguire la mulattiera fino a giungere alla cappella della "Grata", caratterizzata dalla sua pianta rotonda.

Scendendo la mulattiera, prima di giungere alla chiesetta si nota un magnifico pilone votivo.

Proseguendo lungo la mulattiera a fianco della cappella lungo un sentiero in discesa si arriva al Mulino Barra ("Mulin Barot) sulla sponda del Tesso. Da questo punto si prosegue seguendo il sentiero sulla destra (segnavia n.40) che costeggia il torrente Tesso verso i resti di altro mulino ("Mulin d'Amoun") dove è ancora visibile la ruota della macina.
Subito dopo il mulino, seguendo il sentiero che sale sulla destra si arriva alla frazione Demichelis a fianco di una cappella dedicata alla Madonna della Neve. Si ritorna sulla piazza di San Nicolao proseguendo lungo la strada comunale che permette di ammirare antiche costruzioni rurali nelle frazioni Gavi e Molaro


La cartina seguente è puramente indicativa del percorso