Accesso ai servizi

Il Gonfalone e lo Stemma comunale

Il Gonfalone e lo Stemma comunale


Nell’anno 1931, l’8 di marzo, con verbale dell’allora Podestà il commendator Nicola Vigna, si diede incarico al Marchese Faustino Curlo, studioso di araldica, di far ricerca negli archivi dello Stato in merito all’adozione di uno stemma per il comune di Coassolo Torinese. Ricerca che risalì alla famiglia dei conti Milanesio di Coassolo, unici signori investiti del titolo comitale del luogo (2 dicembre 1728). Vista l’estinzione della famiglia dei conti Milanesio e visti i legami storici, apparve significativo e rappresentativo per la comunità di Coassolo fregiarsi della sua arma quale stemma della municipalità.
La preferenza per l’assunzione di tale stemma quale quello comunale venne espressa all’unanimità nel verbale n. 28 del Consiglio Comunale del 16 aprile 1976, presieduto dall’allora Sindaco il dottor Roberto Giudici.
Preferenza che ebbe felice riscontro nel Decreto del Presidente della Repubblica del 14 novembre 1977 con il quale venne concesso al comune di Coassolo l’uso dell’attuale stemma.

Indicazioni araldiche dello stemma
Troncato il 1° d’oro, all’aquila di nero coronata dello stesso; il 2° d’azzurro, ad una croce di rosso bordata d’oro;  nei cantoni inferiori 2 gigli d’oro. 
La corona di nove punte, merlate alla ghibellina, è quella riservata ai comuni.