Accesso ai servizi

1988 la seconda edizione. Spettacolo e tradizione



La seconda edizione è caratterizzata, oltre che dalla spettacolarità delle prove, anche da una esibizione di taglio di un tronco secondo i metodi in voga all'inizio del socolo

1988 la seconda edizione. Spettacolo e tradizione


L'edizione del 1988 del Pentathlon, visto il successo della precedente edizione, ripropone le stesse prove ad esclusione di quella del trascinamento del tronco con le carrucole. Continuano ad essere prove più di forza e spettacolari che strettamente tecniche e la sicurezza è ancora abbastanza relativa, spesso limitata al solo uso di scarponi rinforzati.
Durante questa edizione viene allestita anche l'impalcatura che veniva utilizzata per il taglio a mano di un tronco di albero. La costruzione e la relativa esibizione è stata curata da un gruppo di coassolesi che durante tutto l'arco della giornata hanno  fatto vedere quanto fosse impegnativo e faticoso il lavoro del boscaiolo e del falegname senza gli attuali mezzi meccanici.
Si intravvede comunque la necessità di una regolamentazione più precisa delle prove e la necessità di eliminare quelle esibizioni che possono essere potenzialmente molto pericolose e comunque difficili da valutare in modo equo (come il rotolamento di un tronco in piano).
Una vera regolamentazione univoca avverrà solo alla fine del 1996 con la nascita della Federazione Italiana Boscaioli (F.I.B.), in seguito alla trasformazione dei Comitati Interregionali, che con l’Associazione Forestale del Trentino organizzavano le gare di “Pentathlon del Boscaiolo”, in Associazioni di Boscaioli. Indubbio il contributo dato  alla diffusione e alla conoscenza su quasi tutto il territorio nazionale di questa disciplina che si colloca a mezza strada fra lo sport e l’attività dell’operatore forestale.
Il 1997 è servito per lo studio del Regolamento e la sua applicazione sui campi di gara, che hanno visto manifestazioni di due tipi: il “Pentathlon del Boscaiolo”, fatto di cinque discipline, ed il “Triathlon del Boscaiolo” composto dalle ultime tre discipline del pentathlon (abbattimento, sramatura e taglio con l’accetta). A differenza del pentathlon praticato e portato avanti tutt’ora dall’ A.F.T., quello della Federazione ha cercato nel tempo di adeguarsi al Regolamento in applicazione ai Campionati Mondiali dei Boscaioli, compatibilmente alle esigenze organizzative dei campi di gara allestiti su terreni idonei e con lo svolgimento della competizione in una sola giornata.